domenica 3 maggio 2015

SANTACECILIANEWS: PROGRAMMA SALVATORE MARISEI SINDACO



AMBIENTE E MOBILITA'
Promuovere un "Contratto di Fiume" per la manutenzione idraulica del fiume e dei canali, per la mitigazione del rischio idrogeologico, il censimento degli scarichi, l’uso economico delle risorse, la valorizzazione del paesaggio.
Completamento ed attivazione del collettore fognario insistente sulla litoranea con allaccio al depuratore di "CODA DI VOLPE" già realizzato e da attivare; monitoraggio delle falde e avvio eventuali azioni di bonifica.
RIVISITAZIONE DEL SISTEMA RACCOLTA RIFIUTI. Introduzione del principio della "ecobank7", promozione "rifiuti zero", completamento dell'impiantistica, attivazione impianto di compostaggio e bonifica discariche; censimento delle strutture in amianto e avvio bonifiche; promozione di un "Osservatorio neoplasie e le malattie infettive", che svolga indagini e analisi su siti inquinati, discariche, falde acquifere, canali, fiumi, corsi d'acqua, etc.; rilanciare "il registro dei tumori".
Promozione delle energie alternative con interventi di efficientamento; realizzazione dei pannelli solari sugli edifici pubblici e conversione dell'illuminazione pubblica con sistema a LED.Revisione - in intesa con ANAS - dei piani viari su SS.18 e SS.19; realizzazione di un piano della mobilità urbana sostenibile che preveda: a) realizzazione di nuovi parcheggi e ZTL; b) miglioramento dei collegamenti con le periferie; c) percorsi pedonali e green; e) mobilità cittadina e introduzione dei mezzi elettrici; f) previsione dei servizi di trasporto su ferro (metropolitana regionale e/o "leggera") da e per il centro cittadino ed i comuni della Città del Sele; g) ripristino della stazione di San Nicola Varco lungo la linea ferrata Napoli-Reggio Calabria e verifica previsione stazione di Santa Cecilia.
BILANCIO E SOCIETÀ PARTECIPATE
Revisione radicale del bilancio e dei residui (operazione verità); verifica e revoca sgravi fiscali immotivati; taglio delle spese non indispensabili.
Lotta all'evasione: 1) Istituzione "Ufficio Recupero Crediti"; 2) Approvazione "Regolamento Rateizzazione Crediti" per il recupero dei canoni inevasi; 3) Revoca assegnazioni gratuite immotivate; 4) Recupero canoni usi civici.
Revisione del sistema delle società partecipate: 1) Liquidazione della Multiservizi e/o ingresso socio privato con affidamento nuovi servizi; 2) Verifica gestione e modello di valorizzazione del patrimonio (società Eboli Patrimonio srl); 3) Verifica gestione e riscrittura della convenzione con l'ASIS.
Dismissioni quote consortili: 1) Consorzio Farmaceutico (valorizzazione delle Farmacie Comunali); 2) Consorzio PIP.
Dismissione del patrimonio immobiliare non utile per le finalità istituzionali dell'Ente.
CENTRO STORICO
CENTRO STORICO "BENE COMUNE" DEGLI EBOLITANI. Proposte: a) Revisione regolamento centro Storico; b) Piano Traffico e Piano Parcheggi; c) Trasporto pubblico e mobilità; d) Ricostituzione Ufficio "Legge 219" per completare ricostruzione; e) Reperimento Fondi europei per recupero Palazzi Storici; f) Censimento residenti e Piano Sicurezza; g) Recupero luoghi della tradizione ebolitana (percorso dei Mulini, percorso Embrice, S. Donato, ecc.); g) Potenziamento dei servizi comuni utilizzando spazi esistenti e/o da realizzare con interventi di sostituzione edilizia per edifici di nessun pregio storico; h) Controllo e repressione della pratica della locazioni abusive, o comunque contra legem, a cittadini extracomunitari di immobili spesso fatiscenti; i) Promuovere un sistema di piccola ospitalità (b&b) in edifici pubblici e privati; l) Istituzione dell'Osservatorio permanente sul Centro Storico.
COMMERCIO E MESTIERI
Sostegno al Centro Commerciale Naturale già attivo in città, in particolare con l'istituzione di un Fondo in partenariato per l'ammodernamento delle superfici di vendita e delle strade cittadine. Sperimentazione di un sistema di premi ed incentivi, per i commercianti che innovano la loro offerta commerciale e la qualificano innalzando gli standard qualitativi con politiche di co-marketing e co-branding. Revisione convenzioni con strutture GDO.
Razionalizzazione del sistema di eventi e manifestazioni culturali della nostra città, selezionando e finanziando quelle meritevoli che negli anni si sono affermate e contribuendo ad innalzare le altre verso livelli qualitativi più elevati.
Valorizzazione delle produzioni artistiche, materiali ed immateriali, di cui Eboli dispone in rilevante quantità e che necessitano di fiducia e sostegno per emergere e distinguersi.
Avvio, in sinergia con le autorità pubbliche competenti, di un rigido sistema di controlli sul rispetto di norme fiscali, commerciali e di acquisto e rifornimento delle scorte, che regolano gli esercizi di vicinato, onde prevenire e reprimere ogni forma di concorrenza sleale.
Promozione della "Città dei Mestieri" per favorire la formazione e l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Promozione di reti corte per il piccolo artigianato che si fondino sulla tipicità, sui saperi locali, sugli antichi mestieri e quant’altro possa essere utile a distinguersi nel panorama dell’offerta provinciale di prodotti artigianali ad elevare la competitività; Istituzione della Mostra d'arte orafa.
CULTURA E TURISMO
Sperimentazione di un nuovo modello organizzativo e gestionale di promozione del turismo culturale legato al Centro Storico, alla cultura e alle tradizioni locali, agli spettacoli, agli eventi e a manifestazioni consolidate; Realizzazione della idea della "Città Museo" valorizzando le strutture museali presenti: Museo Archeologico ed il MOA; Riqualificazione a fini paesaggistici e turistico - culturali dei corsi d'acqua urbani (Tufara e Tiranna). Promozione delle figure degli "illustri" ebolitani (Carlo Levi, Pietro da Eboli, Matteo Ripa, Umberto Nobile, etc.).
Potenziamento delle attività di "gastronomia locale", in particolare di quelle insistenti nel Centro Storico. Promozione delle produzioni di pasticceria locali con un evento specifico di settore.
DIRITTI DEGLI ANIMALI
Approvazione Regolamento Diritti degli animali; Istituzione Servizio ambulatoriale pubblico di primo soccorso veterinario; Istituzione del Cane di quartiere (in collaborazione con le Associazioni Animaliste); Campagna pubblica per adozione degli animali.
RILANCIO DEL PROGETTO "COSTA DEL SELE". Distretto turistico-agricolo: Chiusura del poligono di tiro militare; Recupero fascia pinetata con prospettive di occupazione giovanile; ripascimento delle spiagge, variante al PRG per costruire a nord della litoranea alberghi, villaggi, ristoranti; Previsione di un grande parco divertimenti nella Marina di Eboli; Assegnazione lidi e parti di pineta ai gestori, con possibilità di realizzare piccole strutture a monte.
Riapertura del dialogo con l'università degli studi di Napoli L'Orientale, per una valorizzazione dei terreni a fini produttivi, turistici e sociali.
GIOVANI
Piano delle Politiche Giovanili per la promozione di luoghi mezzi di partecipazione (Mediateca, Biblioteca, Sala Prova, Carta Giovani, etc.) e di strumenti per favorire l'inserimento lavorativo.
Realizzazione e gestione di una piattaforma di "HOUSESHARING" al fine di favorire l'accesso a spazi abitativi a costi accessibili a giovani precari e studenti.
Promuovere "La Città dei Bambini" con potenziamento degli asili nido, la creazione di nuovi spazi verdi pubblici attrezzati ed aree giochi.
Realizzare la "Città dello Sport" con attenzione alla funzione sociale e al pieno coinvolgimento delle associazioni cittadine.
INNOVAZIONE
Revisione dei servizi esternalizzati, indirizzandone lo sviluppo con le nuove tecnologie; progettazione e realizzazione della "Eboli Smart City" favorendo le relazioni tra i servizi, le infrastrutture ed il capitale umano, intellettuale e sociale presente.
Promuovere la "Città dei Talenti" con incubatori per makers, creativi, digitali, utilizzando beni patrimoniali disponibili, favorendo la concessione di spazi gratuiti per valorizzare le migliori espressioni artistico - culturali.
Istituzione ufficio "EUROPA" con figure altamente specializzate per progettare ed intercettare finanziamenti pubblci.
OCCUPAZIONE
Piano Scuola/Cultura/Formazione/Lavoro collegato a beni, soggetti e funzioni culturali e produttive, in specie agricole.
Piano per il Lavoro delle imprese Locali (integrazione dei disoccupati in commesse e appalti comunali e delle società collegate); Sperimentazione dei Voucher per lavori di pubblica utilità.
PARTECIPAZIONE E PARI OPPORTUNITA'
ASCOLTO E PARTECIPAZIONE. Promozione di sistemi di consultazione diretta (anche online - "e-democracy"), di cittadini, associazioni, operatori scolastici, imprese, ordini professionali, istituzionalizzando il loro rapporto con il Consiglio comunale. Regolamentazione dei Comitati di Quartiere con specifiche attribuzioni a soggetti di rappresentanza intermedia della collettività.
Pari Opportunità: Assicurare nella Giunta comunale e nei Consigli di amministrazione di Società e Enti comunali il criterio della parità di 'genere'.
SANITA' E SOCIALE
Sostenere la proposta "Ospedale della Piana del Sele" in prospettiva dell'Azienda sanitaria della Piana del Sele, sul modello degli Ospedali Riuniti di Salerno con piena autonomia di budget; Riorganizzare il rapporto tra medicina del territorio e ospedaliera (Progetto Casa della Salute); Rafforzare presidi e funzioni di interesse sanitario (Hospice e Centri riabilitativi); Promuovere la nascita di una RSA, già prevista negli anni scorsi e non realizzata.
Riorganizzazione del "Piano di Zona" con particolare attenzione ai meno abbienti, allo sfruttamento dei lavoratori di cooperative ed al precariato interno. Potenziamento dei seguenti ambiti di intervento: a) Accoglienza migranti; b) Minori a rischio; c) Anziani; d) Diversamenti abili; e) Disagio ambientale (Progetti condivisi con Icatt); f) Edilizia popolare finalizzata.
PSANITA' E SOCIALE
Utilizzo a fini sociali dei terreni e degli immobili confiscati alla camorra, anche attraverso progetti con l'Icatt o altre comunità. Riqualificazione ed ampliamento del cimitero comunale e revisione delle tariffe, con particolare attenzione alle fasce deboli; Realizzazione di una "Sala del commiato" pubblica.
SICUREZZA
Riproporre l'Istituzione del Tribunale in vista della riorganizzazione delle circoscrizioni giudiziarie; Piano Sicurezza Pubblica rafforzando i presidi esistenti, specialmente quelli del Centro Storico e periferici; Istituzione del Comitato Cittadino permanente per l'Ordine Pubblico e la Sicurezza; Richiesta istituzione del Commissariato di Polizia; Istituzione dei Vigili di quartiere; Messa in sicurezza e monitoraggio continuo del territorio. Controllo e repressione della pratica della locazioni abusive, o comunque contra legem, e creazione di un sistema di piccola ospitalità (b&b), in particolare del Centro Storico.
UFFICI PUBBLICI
Salvaguardare sul territorio ebolitano le Agenzie e gli Uffici Pubblici esistenti (Agenzia delle Entrate, Giudice di Pace, Poste Italiane, Presidi delle Forze dell' Ordine, etc.) e creare le condizioni per ospitare Enti ed Agenzie di servizi ai Comuni della Piana del Sele.
RIORGANIZZAZIONE DELLA MACCHINA COMUNALE. "Il Cittadino al centro della vita amministrativa" con la promozione di: a) Trasparenza; b) Anticorruzione; c) Formazione del personale; d) Ripresa della pratica dei concorsi per il turn over del personale; e) Criterio del merito e trasparenza negli incarichi dirigenziali; f) Rafforzamento della Polizia Mucipale con uomini e mezzi.
URBANISTICA
Promuovere l'Agenzia di Sviluppo "La Città del Sele" quale Unione dei Comuni che si occupi di piccole e grandi infrastrutture e della gestione comprensoriale di alcuni servizi a scala vasta.
REVISIONE PUC E NUOVI INDIRIZZI STRATEGICI: 1) Realizzare la "Città del Sele"; 2) Bloccare la speculazione sulle colline e nei boschi e contrasto al consumo abusivo di suolo; 3) Attuare la previsione espansiva abitativa dell'attuale PRG; 4) Regolamentare le case sparse e i nuclei abitativi in zone agricole; 5) Parco regionale collinare; 6) Rilancio della città tenendo conto della funzione di cerniera che il nostro territorio svolge tra la costiera amalfitana e quella cilentana; 7) Riammaglio del centro cittadino con i nuclei periferici; 8) Sviluppo ordinato e sostenibile lungo i principali assi viari (no allo sviluppo "a nastro"); 9) Recupero del senso di comunità e di appartenenza.
Realizzazione della piattaforma logistica (INTERPORTO) a servizio degli agglomerati industriali di Eboli/Battipaglia e del sistema produttivo agro-alimentare, da connettere ai grandi nodi viari delle merci (Porto e Aeroporto) adeguando le infrastrutture viarie.
Valorizzare, con nuove destinazioni di interesse generale, le "Grandi Incompiute" (Area Pezzullo, Parco Fusco, “Centro La Vela”, Struttura di Acquarita, Mercato di San Nicola Varco, Tabacchificio Fiocche, Fabbrica Mellone, Foro Boario).
Piano di risanamento dei quartieri degradati con interventi di sostituzione edilizia, riammaglio, recupero di spazi di socialità. Sperimentazione di un sistema di manutenzione programmata (proposta dei Buoni Lavoro).
Promuovere il collegamento con la ricerca e l'Università da insediare in edifici di pregio rilanciando l'acquisizione del Castello Colonna.
dal sito : http://www.ilprimoseitu.it/#Programma
Posta un commento

SANTACECILIA TV