martedì 12 maggio 2015

COSTA EBOLITANA HA IL MARE ECCELLENTE EPPURE...

Con l'avvicinarsi della stagione estiva 2015, ARPAC,  e il FEE classificano sia le acque sia le strutture e la ricettivita' della nostra costa. Bandiere blu da Capaccio a Sapri.
Il mare torna azzurro a Eboli, anche se ha pochissime strutture ricettive (quelle esistenti sono eccellenti!), poca pulizia della spiaggia e della pineta che e' invasa da extracomunitari, prostituzione e microcriminalita'.
Eppure il 90% della costa ebolitana ha mare eccellente secondo ARPAC! 
Solo il tratto della foce e del poligono militare lo stato delle acque non e' balneabile, tutto il resto e' eccellente. 
Se iniziamo a crederci davvero e a puntare su nuove aperture di lidi, pulizia, eliminazione del degrado in 10 anni possiamo puntare alla bandiera blu!
So che farà' sorridere questa mia tesi, ma se si iniziasse a fare sul serio, trovando investitori, possiamo trovare anche nuove forme di occupazione stagionale.
 Un segnale forte potrebbe arrivare già dal comune nella stagione balneare 2015, istituendo, se e' possibile, lidi comunali, con bagnino e parcheggio auto, piccolo bar e bagni. darebbe un po di lavoro a tanti disoccupati di Eboli.
ecco la mappa
http://balneazione.arpacampania.it/balneazione/monitoraggio_balneazione.asp


Consegnate le Bandiere Blu 2015, il riconoscimento internazionale assegnato dalla Fee (Foundation for environmental education). La classifica del mare pulito in Italia vede al quarto posto la Campania: 14 le bandiere blu grazie anche a un nuovo ingresso rappresentato da Capaccio.A conquistare i vessilli, dunque, Agropoli, Capaccio, Castellabate, Montecorice (con Agnone e Capitello), Pollica (con Acciaroli e Pioppi), Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati-Villammare e Sapri. Due le Bandiere per la provincia di Napoli, mentre nessuna per Caserta. 
Cosa e' La Bandiera Blu?
 La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale istituito nel 1987 nell’ Anno europeo dell’Ambiente e che viene assegnato ogni anno in 48 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei.
Bandiera Blu è un eco-label volontario per la certificazione di qualità ambientale delle località turistiche balneari.
L’obiettivo principale del programma è promuovere nei Comuni rivieraschi una conduzione sostenibile del territorio, attraverso una serie di indicazioni che mettono alla base delle scelte politiche l’ attenzione e la cura per l’ambiente.
Ai fini della valutazione, la qualità delle acque di balneazione e considerata un criterio imperativo, solo le località le cui acque sono risultate eccellenti, possono presentare la propria candidatura.
Tra gli altri criteri presi in esame si trovano anche: la depurazione delle acque reflue, la gestione dei rifiuti, la regolamentazione del traffico veicolare, la sicurezza ed i servizi in spiaggia.
Criteri internazionali per le spiagge
Legenda: (i) = imperativo (g) = guida
Una spiaggia può ottenere la Bandiera Blu se è ufficialmente designata come area di balneazione a livello nazionale (o internazionale) con almeno un punto di campionamento per le analisi delle acque di balneazione. Il nome e i confini della spiaggia seguono quelli ufficiali nazionali. La spiaggia deve avere i servizi necessari e gli standard in conformità ai criteri Bandiera Blu e rispondere a tutti i requisiti indicati con la lettera I (imperativi) e possibilmente al maggior numero dei requisiti indicati con la lettera G (guida). In ogni località Bandiera Blu, dovrà essere individuato un referente, per trattare le questioni concernenti il Programma. La spiaggia deve essere accessibile per un'ispezione non annunciata, da parte della FEE.
    EDUCAZIONE AMBIENTALE E INFORMAZIONE
    spiaggia
  1. Un minimo di 5 attività di educazione ambientale devono essere offerte ogni anno. Attività di educazione ambientale devono essere offerte e promosse ai bagnanti (I)
  2. Informazioni sulla qualità delle acque di balneazione devono essere affisse (I)
  3. Informazioni relative a ecosistemi e a fenomeni ambientali rilevanti a livello locale, devono essere affisse (I)
  4. Mappa della spiaggia, con indicazione dei servizi, deve essere affissa (I)
  5. Codice di condotta relativo alla normativa vigente sull’uso della spiaggia e delle aree circostanti deve essere affisso (I)
  6. Informazioni sul Programma Bandiera Blu ed altri eco-label FEE devono essere affisse (I)

    QUALITA’ DELLE ACQUE
  7. La spiaggia deve rispettare pienamente i requisiti di campionamento e frequenza relativamente alla qualità delle acque di balneazione (I)
  8. La spiaggia deve rispettare pienamente gli standard ed i requisiti di analisi relativamente alla qualità delle acque di balneazione (I)
  9. Conformità alle Direttive sul trattamento delle acque reflue e sulla qualità delle acque di scarico. Nessuno scarico di acque reflue (urbane o industriali) deve interessare l’area della spiaggia (I)
  10. La spiaggia deve rispettare i requisiti di Bandiera Blu per i parametri microbiologici relativamente a Escherichia coli (Coliformi fecali) e agli Enterococchi intestinali (Streptococchi) (I)
  11. La spiaggia deve rispettare i requisiti di Bandiera Blu per alcuni parametri fisici e chimici (I)

    GESTIONE AMBIENTALE
    spiaggia
  12. L’Autorità Locale / Operatore balneare dovrebbero istituire un Comitato di Gestione della Spiaggia (G)
  13. L’Autorità Locale / Operatore balneare devono rispettare tutte le normative relative alla ubicazione e al funzionamento della spiaggia (I)
  14. Le aree sensibili vicino ad una spiaggia Bandiera Blu richiedono una gestione speciale, per garantire la conservazione e la biodiversità degli ecosistemi marini. (I)
  15. La spiaggia deve essere pulita (I)
  16. Vegetazione algale o detriti naturali dovrebbero essere lasciati sulla spiaggia (I)
  17. Sulla spiaggia devono essere disponibili cestini per i rifiuti in numero adeguato che devono essere regolarmente mantenuti in ordine (I)
  18. Sulla spiaggia devono essere disponibili contenitori per la raccolta differenziata (I)
  19. Sulla spiaggia deve essere presente un adeguato numero di servizi igienici o spogliatoi (I)
  20. I servizi igienici o spogliatoi devono essere mantenuti puliti (I)
  21. I servizi igienici o spogliatoi devono avere lo smaltimento controllato delle acque reflue. Le acque di scarico devono essere allacciate al sistema fognario o recapitate in contenitori a tenuta stagna da svuotare in maniera appropriata (I)
  22. Sulla spiaggia deve essere fatto rispettare il divieto di campeggio, di circolazione ad autoveicoli o motoveicoli e deve essere proibito ogni tipo di discarica (I)
  23. L’accesso in spiaggia di cani e di altri animali domestici deve essere strettamente controllato (I)
  24. Tutti gli edifici e le attrezzature di spiaggia devono essere mantenuti in buono stato (I)
  25. Gli habitat marini e lacustri (come la Barriera corallina o le praterie di Posidonia) presenti in prossimità della spiaggia devono essere monitorati (I)
  26. Mezzi di trasporto sostenibili devono essere promossi nell’area circostante la spiaggia (G)

    SERVIZI E SICUREZZA
  27. Misure appropriate di controllo della sicurezza devono essere applicate. Un numero adeguato di personale di salvataggio e/o attrezzature di salvataggio devono essere disponibili sulla spiaggia (I)
  28. L’equipaggiamento di primo soccorso deve essere disponibile sulla spiaggia (I)
  29. Piani di emergenza per i casi di inquinamento o rischio per la sicurezza ambientale devono essere predisposti (I)
  30. Deve essere prevista la gestione di diverse utenze e differenti usi della spiaggia in modo tale da prevenire conflitti e incidenti (I)
  31. Misure di sicurezza per la tutela dei bagnanti devono essere attuate (I)
  32. Una fonte di acqua potabile deve essere disponibile sulla spiaggia (G)
  33. Almeno una spiaggia Bandiera Blu per ogni Comune deve avere accesso e servizi per disabili (I)
Posta un commento

SANTACECILIA TV