martedì 23 novembre 2010

TERREMOTO 1980:RICORDI



QUEL 23 NOVEMBRE 1980 ...
io avevo solo 3 anni . Era domenica ed eravamo andati a Senerchia dai parenti. Una domenica di festa, ricordo che faceva caldo e ricordo quelle montagne quella natura cosi' incontaminata. Mia zia viveva in una casa semplice per quel tempo. Ricordo ancora il caminetto e l'odore del ragu' cotto lentamente. Non andammo via tardi perche' per arrivare a Santa Cecilia si doveva percorrere la via interna e ci voleva piu di un ora prima di arrivare a casa. Non ricordo se c'era festa nei dintorni di Senerchia, pero' ricordo che quando arrivo' la scossa io ero seduto sul tavolo di casa insieme a mia sorella e mia madre stava tagliando a pezzetti il torrone. Non capimmo piu' niente. Era tutto sottosopra. In  casa ballava tutto. Mia madre urlando ci prese con violenza in braccio e scese le scale. Dai ricordi di mia madre mi dice sempre che le scale sembravano spezzarsi e andeggiare. Mio padre aveva parcheggiato la macchina nel garage di lamiera ed era appena entrata a casa di un suo amico per salutarlo. A santa cecilia nel 1980 vi erano pochi palazzi e dove oggi c'e' il parco arcobaleno di fronte la villa conte vi era una casa diroccata e una canaletta. Ci ritrovammo tutti li. La paura era incredibile. Si sentivano urla disperate. Mio padre mi racconta sempre che i due palazzi oscillando si toccavano. Passati quei momenti di terrore, mio padre voleva mettersi in contatto telefonico con i nostri parenti a valva,senerchia,oliveto, quaglietta, ma non era possibile. Oltre alla paura del terremoto avvertito pochi minuti prima ora c'era l'angoscia. Non sapevamo nulla dei nostri parenti.
Ci furono giornate davvero piene di terrore, tutto era cambiato, non dormimmo a casa per mesi. Mi ricordo solo che eravamo in campagna da mio nonno e si costrui una serra dove andavamo a dormire la sera e ad ogni scossa che si avvertiva ritornava la disperazione e la paura.
Per fortuna tutti i miei parenti erano sopravvissuti alla catastrofe, pero' tutto il paese non esisteva piu'.
Oggi quando avverto il terremoto anche di bassissima intensità, la paura invade la mia mente e  come un film si ritorna sempre a quel 23 novembre 1980 alle 19:35 di quella domenica, quando la terra decise di tremare.

RACCONTATECI ANCHE VOI  QUEL 23 NOVEMBRE 1980 ...
LO POTETE FARE ATTRAVERSO I COMMENTI OPPURE
SCRIVENDO A santacecilianews@gmail.com
Posta un commento

SANTACECILIA TV