venerdì 29 gennaio 2010

Una nuova "mazzata" sul bilancio del Comune

Il mancato rispetto del "Patto di Stabilità" da parte del Comune di Eboli per l'esercizio finanziario 2009 e le conseguenti penalizzazioni in termini di capacità di spesa e di supporti professionali (per cui si è dovuto procedere alla chiusura di rapporti di collaborazione!) lanciano una nuova drammatica ombra sulle condizioni del bilancio comunale.



Da tempo abbiamo denunciato una gestione del bilancio, per lo meno, poco attenta.

Il consuntivo 2008 aveva confermato in modo allarmante le nostre preoccupazioni:

a) debiti fuori bilancio;

b) incapacità di pagare i fornitori, con conseguente crescita esponenziale dei residui passivi;

c) incapacità di riscossione dei tributi comunali, con una massa di "residui attivi" tutta da verificare;

d) indicatore di "rigidità della spesa" al massimo storico, con conseguente azzeramento della capacità di programmazione da parte dell'ente;

e) prelievo tributario pro-capite al massimo storico, con l'incubo della necessità di aumentare ancora la tassa dei rifiuti, visto che la spesa del servizio è completamente fuori controllo (oltre 1,2 milioni di deficit nel 2008 circa il doppio per il 2009!)



In questo quadro terrificante, arriva la notizia del mancato rispetto del "Patto di Stabilità" e delle penalizzazioni conseguenti.

La nostra impressione è che in questi cinque anni, coloro che hanno gestito il potere in questa città, abbiano portato il Comune ad un nuovo dissesto finanziario.

Qui non valgono i tentativi di defilarsi o di scaricarsi le responsabilità, come qualcuno prova a fare.

Qui il problema è uno soltanto:

dove eravate, tutti, quando dalle nostre fila giungeva l'allarme sulla situazione finanziaria del Comune di Eboli?

E mentre si cavalcava verso il dissesto finanziario?



Sinistra Ecologia e Libertà

Circolo "LA SINISTRA" - Eboli
Posta un commento

SANTACECILIA TV