venerdì 24 luglio 2009

SI STA FACENDO NOTTE...

Salta la seduta consiliare di mercoledì 22 luglio ed aumentano le preoccupazioni per l’impossibilità di affrontare una serie di questioni che rivestono il carattere dell’urgenza.
Il sindaco spiega: Stiamo assistendo a delle vere e proprie imboscate - attacca il primo cittadino di Eboli -. Ci si candida e si viene eletti per partecipare alla vita amministrativa che riguarda gli interessi della collettività. E poi l’aula consiliare è appunto la sede deputata al confronto, a disposizione di chi abbia qualcosa da dire, da proporre, da criticare, da opporre.

Invece, si preferisce non partecipare alle sedute consiliari, facendo il possibile per fare saltare i lavori, senza capire che questo finisce per diventare solo un danno alla cittadinanza». aggiunge: Se qualcuno immagina di potere fare pressioni, si sbaglia di grosso. Non ci saranno cedimenti rispetto a piccoli ricatti. Anzi, dico chiaramente che se esiste l’obiettivo di consegnare il Comune e la Città ad un commissario prefettizio, chi persegue questo fine deve avere il coraggio di uscire allo scoperto, assumendosene tutte le responsabilità. E dovrà poi spiegare alla cittadinanza perché si è voluto arrivare ad un commissario, rinunciando ad obiettivi importanti per il territorio, come il nuovo PRG, il centro commerciale, i piani particolareggiati, cioè il futuro della Città». Infine: «Lunedì saranno sul tavolo della discussione consiliare temi importanti. Penso al riparto dei fondi 219, atteso da imprese e cittadini, al piano del verde, al piano energetico comunale che ha valenza sia economico-finanziaria, sia ambientale. Si tratta di temi che interessano tutti, rispetto ai quali occorrerebbe una presa di responsabilità da parte dei consiglieri comunali. Altrimenti si esca allo scoperto, si abbia il coraggio di chiedere il commissariamento del Comune, perché né io, né i componenti dell’Amministrazione Comunale abbandoneremo la città in un momento difficile, con il macigno Aracne che incombe sugli ebolitani».

QUESTA E' UNA FACCIA DELLA MEDAGLIA... L'ALTRA E' CHE NESSUNO VUOLE PIU' QUESTA AMMINISTRAZIONE!
TUTTI VOGLIONO LE DIMISSIONI!

CITTADINI E ASSESSORI!

QUEST'AMMINISTRAZIONE NON HA PRODOTTO TANTO ANZI IL NULLA, NON ABBIAMO VISTO SVILUPPO INDUSTRIALE, TURISTICO, AGRICOLO.
ABBIAMO VISTO SOLO IMMONDIZIA E ABUSIVISMI.
ABBIAMO VISTO SOLO IL PROLIFERARE DI ANTENNE (A SANTA CECILIA 2 PROPRIO DAVANTI ALLE SCUOLE)
ABBIAMO VISTO CHE UN DEPURATORE COSTATO MILIARDI PER DEPURARE I REFLUI DELLA CITTA' AVERE UNA DESTINAZIONE DIVERSA (SPERO CHE QUALCUNO INDAGHI PER QUESTO DOVE LA MAGISTRATURA???). LE PERIFERIE NON HA FOGNE!
LA SCUOLA VIRGILIO E LA SCUOLA MATERNA DI SANTA CECILIA HA BISOGNO DI UN LOOK NUOVO, CON PIU' VERDE E NON IL GRIGIORE E L'ABBANDONO DI ADESSO.
ABBIAMO VISTO LA ROTATORIA, QUELLO SI, MA NON A OPERA DEL COMUNE O DI ALTRI, GRAZIE ALL'ANAS! PERO' ABBIAMO SACRIFICATO L'UNICA PIAZZA DI SANTA CECILIA.
TUTT'ORA SANTA CECILIA NON HA UNA PIAZZA! NON HA UNA CHIESA GRANDE, LA CHIESA ATTUALE CONTIENE 100 PERSONE MASSIMO PER UNA PARROCCHIA CHE CONTA PIU' DI 3000 ANIME!!(EPPURE C'E' IL TERRENO, I PROGETTI, MANCANO I SOLDI!!!!!)


QUINDI A QUESTO PUNTO CARI ASSESSORI, CARI CONSIGLIERI, CARO SINDACO,
E' GIUNTA L'ORA DI SPEGNERE LA LUCE
DI FARE NASCERE UN NUOVO GIORNO.

UN ALBA FATTA DI AMMINISTRATORI GIOVANI, PIENI DI SPERANZE, CHE NON SI FACCIANO COMANDARE DAI SOLITI POTERI FORTI CHE PERSISTONO DA PIU' DI 30 ANNI SUL NOSTRO TERRITORIO.
ABBIAMO BISOGNO DI FUTURO!
E QUESTA E' L'ULTIMA OPPORTUNITA' CHE ABBIAMO
SE SPRECHIAMO QUESTA OPPORTUNITA'
CI AVVIEREMO ALL'OBLIO!

FATE SPAZIO
DIMETTETEVI!


Posta un commento

SANTACECILIA TV