mercoledì 3 giugno 2009

eboli e' na carta sporca

Ho percorso tutti gli otto km di questo meravigioso litorale. Nella mia mente tornavano come un film le case, la polvere degli abbattimenti, il sogno di poter vedere finalmente lo sviluppo ecosostenibile.

Ci hanno riempito la testa con slogan "Faremo la rimini del sud" ma l'unico turismo in quella zona e' solo esclusivamente sessuale.

Ho iniziato il mio reportage ai confini di battipaglia fino alla foce del sele.

La pista ciclabile si presenta in condizioi pessime, priva di ogni sicurezza. bottiglie di birra, buste di imondizia, pneumatici, tanti pneumatici.entriamo nella prima traversa dove sorgono gli unici due lidi sorti dopo l'abbattimento dei villini. Prima di arrivarci dobbiamo fare i conti con le macchine che ronzolano nlla traversa e una prostituta con una minigonna che lascia vedere tutto il culo.

Proseguamo le stesse scene si ritrovano in tutte le traverse. cumuli di immondizia, panchine divelte, pneumatici, puttane, e macchine che stavolta oltrea gironzolare inseguono. ho un po paura ma proseguo. una donna nera prostituta parla con un cliente, macchine che camminano dentro la pineta, gazebi pieni d'erba e rotti, come pure e staccionate. sembra un campo di guerra. Quando si arriva al campolongo hospital c'e' il disastro. il mare ha inghiottito quei pochi manufatti di cemento. zona di pericolo. la strada chiusa non esiste piu'.

arrivo dove e legambiente. il passo non cambia. panchine rotte, prostitute, addirittura un water.

L'unica traversa pulita e' quella che dove e' il camping prima della zona militare.

Gia la zona militare, il poligono, li' c'era la pineta distrutta dopo un incendio. mai piu' riforestato. al posto del verde, si spara.

arrivo alla foce del sele questa volta c'e' la prostituta che viene caricata in un auto da un italiano infoiato che consuma il suo pasto sotto al cavalcavia. io proseguo e rrivo alla foce. il mare agitato, ha sputato tutta l'mmondizia che il fiume porta. la spiaggia e' ricoperta di tonnellate di munnezza.

Ecco cosa ho trovato lungo il litorale ebolitano. il vuoto di tante amministrazioni di destra e di sinistra. dei danni causati per il mancato sviluppo turistico e per gli abusi e gli sprechi durati piu' di 30 anni e nessuno ha mai pagato.

OGGI I NOSTRI POLITICI (sempre quelli) COSA HANNO IN MENTE DI FARE?

DOBBIAMO ASPETTARE ANCORA 30 ANNI PER VEDERE LO SVILUPPO DELLA LITORANEA?

QUANTE CAMPAGNE E PROMESSE ELETTORALI ANCORA DOBBIAMO SENTIRE?

ABBIAMO BISOGNO DI TURISMO PER FAR CRESCERE IL LAVORO.

ABBIAMO TUTTO PER FAR UN BUON TURISMO, PAESTUM E COSTIERA A POCHI KM.

ALLORA COSA ASPETTIAMO???

Posta un commento

SANTACECILIA TV